Come scegliere un insegnante Reiki

June 30, 2015

Con questo articolo cercherò di rispondere ad una domanda che spesso mi viene rivolta “Come scegliere un insegnate di Reiki”

 

 

Oggi in internet troviamo moltissime proposte di corsi Reiki, purtroppo con tantissime differenze che vanno dai contenuti filosofici, ai contenuti tecnici molto diverse tra loro, oltre a molti stili Reiki con nomi molto diversi. Questo non fa sicuramente bene all’immagine del Reiki in quanto il neofita si trova spesso confuso e spaesato. Tutti affermano di insegnare il vero Reiki Usui o di insegnare un qualche nuovo stile rivoluzionario che offre energie più elevate e/o con caratteristiche particolari. Se mi metto nei panni di chi vuole capirci qualcosa, posso affermare con certezza che alla fine di una più o meno approfondita ricerca non possa regnare altro che la confusione!

Alla luce di quanto sopra cosa si può fare per scegliere un buon insegnate che insegni Reiki nella sua forma tradizionale?

 

  • Scegliere un insegnante che abbia uno dei seguenti lignaggi tradizionali a) Usui, Hayashi, Yamaguchi, Inamoto. b) Usui, Taketomi, Koyama, Doi. c) Usui, Hayashi, Chiyoko Yamaguchi, Tadao Yamaguci. Questi sono i tre lignaggi che insegnano il Reiki più vicino agli insegnamenti originari di Usui. Verificare che si attenga rigorosamente agli insegnamenti del lignaggio di appartenenza.

     

     

  • Chiedere esplicitamente all’insegnate quanto è durata la formazione in termini di ore di scuola che non devono assolutamente essere inferiori alle 200 ore.

  • Chiedere quanti trattamenti svolge alla settimana, un buon insegnate deve assolutamente fare molta pratica pertanto dovrebbe fare almeno un trattamento al giorno, o aver maturato almeno 200/300 ore di trattamenti.

  • Chiedere se pratica quotidianamente meditazione nella forma tradizionale insegnate da Usui (meditazione Gassho, Hatsu Rei Ho ecc.) Dovrebbe farne almeno 30 minuti al giorno.

  • L’ultimo punto è verificare se l’insegnate dedica interamente la sua vita alla ricerca spirituale e a Reiki o se durante la settimana svolge una normale attività lavorativa e si dedica al Reiki solamente nei fine settimana o ancor peggio una tantum. Personalmente ritengo che per chi insegna Reiki, il Reiki dovrebbe essere la sua vita altrimenti è difficile che abbia maturato sufficiente pratica ed esperienza.

 

 

Seguire questi 5 punti penso sia un ottimo modo per verificare la formazione dell’insegnate al fine di rivere un buon insegnamento tradizionale.

Eviterei assolutamente qualsiasi altro stile Reiki che non abbia i lignaggi sopracitati, in quanto nella migliore delle ipotesi sono stati molto modificati allontanandosi molto dalla tradizione di Usui che era un Maestro realizzato,  trovo difficile poter migliorare tali insegnamenti come in molti in realtà affermano.

Please reload

Featured Posts

Udine: Meditano a scuola e lo studio migliora !

June 15, 2015

1/2
Please reload

Recent Posts
Please reload

  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic
Seguici su Facebook

 

 

BorgoSHanti

Associazione culturale NOPROFIT

specializzata in Bagni di Gong,costellazioni familiari, trattamenti reiki e pranoterapia

Telefono  335/6830555

indirizzo: Stradello Armenone 89

41012 MODENA
Email : info@borgoshanti.it

IBAN: IT 22 R 02008 12906 000103751561 
BORGO SHANTI A.S.D. E PROM.SOCIALE

 

  • s-facebook
  • Twitter Metallic
  • s-linkedin